La lunga attesa dell'angelo - Giuseppe Salzano - medico - scrittore Castellabate

Vai ai contenuti

Menu principale:

Contributi vari > Il piacere di leggere

La lunga attesa dell'angelo
di Melania G. Mazzucco





Si può amare una città talmente tanto da legare la propria esistenza ad essa senza riserve, come alla più esigente delle amanti? Jacomo Robusti, in arte Tintoretto, anima le pagine dell'avvincente  romanzo della Mazzucco con le vicende di una vita, turbolenta e avventurosa, legata a doppio filo con la Serenissima Venezia, ricca e potente realtà, inafferrabile nella sua più intima essenza, nonché presenza strordinaria nel polimorfo panorama del Cinquecento. Sullo sfondo delle vicende personali e familiari del geniale artista affiorano la minaccia armata dei turchi, la celeberrima battaglia di Lepanto, la drammatica epidemia di peste, la cupa pressione sociale della Santa Inquisizione, il vacillare del Sacro Romano Impero. In unmirabolante caleidoscopio di storie indimenticabili e di personaggi straordinari il pittore brilla con la sua geniale unicità. Ama ed è amato, combatte ed è combattuto, allontana ed è allontanato. Marietta, figlia ileggittima, musa ispiratrice, compagna nell'arte e nella vita, lo venera, lo stimola, lo costringe a confrontarsi con se stesso anche negli aspetti più bui del suo essere. Al contrario Faustina, la moglie perfetta per un matrimonio non perfetto, svolge appieno il ruolo di unico elemento concreto e costante in una famiglia che è un coacervo di personalità molto disparate. Melania G. Mazzucco ci ragala un libro che si può godere come un dipinto. Tante sono le sfumature che accompagnano le macchie di colore più decise!





Giuseppe Salzano


 
Torna ai contenuti | Torna al menu